Sri lanka

Sri-Lanka_flag.gif

Spiagge confinate, rovine senza tempo, persone cordiali, migliaia di elefanti, onde irresistibili, prezzi bassi, pittoreschi viaggi in treno, tè pregiati, buona cucina.., ecco descritto lo Sri Lanka.

Sri_Lanka.jpg

Luoghi da vedere

Uda Walawe National Park. Questo vasto tratto di prateria di savana che circonda il lago stagionale dell'Uda Walawe è il parco dello Sri Lanka che più si avvicina alle riserve dell'Africa orientale.

Ad Anuradhapura, in una superficie di soli 3kmq sono concentrate le principali testimonianze della storia culturale e religiosa dello Sri Lanka. Al centro si trova l'albero più antico del mondo, lo Sri Maha Bodhi: il fatto che da 2000 anni venga accudito da una serie ininterrotta di guardiani fa venire la pelle d'oca.

Anche se ci fossero solo i giardini alla base di Sirigiya, sarebbe una metà imperdibile: gli stagni e i canaletti di questi giardini acquatici creano un ambiente idilliaco, placido rifugio della torrida campagna circostante.

Tutti vanno al vicino Yala National Park, quindi il Bundala, sito di Ramsar, spesso viene dimenticato. Eppure, con le sue immense distese di acqua scintillanti che danzano al canto degli uccelli, perderselo sarebbe un grave errore.

Da oltre mille anni i pellegrini salgono a lume di candela sull'Adam's Peak per calpestare la cosiddetta orma del Buddha o di Adamo, che secondo i cristiani qui mise piede per la prima volta sulla terra e per vedere il luogo dove le farfalle vanno a morire.

La capitale culturale Kandy ospita il tempio del Sacro Dente, in cui si dice sia custodito un dente di Buddha: per i singalesi è il luogo più sacro dell'isola.

L'uomo e la natura hanno unito le forze e hanno prodotto un capolavoro architettonico. Gli olandesi hanno costruito le strade e gli edifici, gli isolani vi hanno aggiunto stile e colore e, in seguito, la natura ci ha messo del suo, ricoprendo il tutto con uno strato di vegetazione nel forte di Galle.

I britannici furono costretti a lasciare l'isola alla proclamazione dell'indipendenza nel 1948, ma il loro retaggio sopravvive. Colombo ha strade ampie e ombreggiate dove riconoscete il segno dell'impero nella sua forma più maestosa.

Il lungo break destro che si forma all'estremità meridionale di Aragum Bay, cuore della scena surfistica dello Sri Lanka. è considerato il migliore dell'isola. La stagione del surf va da aprile a settembre.

Specialità

té
té

Lo Sri Lanka è al quarto posto nella produzione mondiale di tè, che qui si beve con latte caldo e molto zucchero.

press to zoom
Pani Pol
Pani Pol

Piccolo pancake cosparso di jaggery aromatizzato alla cannella e al cardamomo.

press to zoom
succo-lime
succo-lime

Servito con acqua frizzante, e sale o zucchero.

press to zoom
Riso e curry
Riso e curry

Il piatto nazionale, il riso viene accompagnato da piattini a base di verdura, carne o pesce.

press to zoom
Hopper
Hopper

Pancake a forma di ciotola a base di farina di riso, latte di cocco e toddy di palma. Si prepara anche con le uova e può essere servito con sambol.

press to zoom
Mallung
Mallung

Simile al tabbouleh, ma a base di verdure a foglia verde finalmente tritate, cocco grattugiato e cipolla.

press to zoom
Sambol
Sambol

Condimento di vari ingredienti pestati insieme al peperoncino.

press to zoom
Pittu
Pittu

Dolci a forma cilindrica a base di farina di cocco e cotti a vapore nel bambù.

press to zoom
Toddy
Toddy

Bevanda analcolica fatta con la linfa della palme; ha un gusto aspro, un pò come il sidro.

press to zoom

Quando andare

Alta stagione

Media stagione

Bassa stagione

Dicembre-Marzo

Aprile e Settembre-Novembre

Maggio-Agosto

Mezzi di trasporto

download (1).jpg

Autobus

Gli autobus sono il principale mezzo di trasporto sull'isola. Raggiungono quasi tutte le cittadine, costano poco e sono spesso sovraffollati. Solo poche linee hanno autobus con l'aria condizionata. Quelli delle compagnie private possono offrire un pò più di confort.

istockphoto-492362277-612x612.jpg

Taxi

Molti viaggiatori noleggiano un'auto con autista privato per tutto il viaggio o una parte di esso, garantendosi massima flessibilità ed efficienza. Molti autisti sono persone di grande simpatia e fonte di informazione di ogni genere.

Treno-Monaco-Rimini.jpg

Treno

La migliorata rete ferroviaria collega le principali città e i treni possono essere più comodi dell'autobus. Alcune tratte sono famose per i paesaggi.

informazioni sul vostro viaggio

Moneta e Lingua

Il Cingalese (o Sinhala) è la lingua parlata dalla popolazione di fede buddista.

La valuta nazionale è la Rupia singalese (LKR).

Sicurezza

Numerosi i posti di blocco sulle strade statali e sulle arterie delle grandi città. Per questo motivo è necessario avere sempre il passaporto a portata di mano. In genere gli agenti si limitano a una veloce occhiata appena si rendono conto di avere a che fare con turisti occidentali.

Le donne che viaggiano sole rischiano di essere molestate specialmente se si trovano in spiaggia. L'incrociarsi di sguardi, per quanto fugaci o distratti possano essere, sono considerati come un invito a farsi avanti dai maschi locali. Sui treni e sugli autobus ci si siede sempre accanto a una persona del proprio sesso.

I rapporti omosessuali tra maschi sono perseguibili penalmente ma la legge non viene applicata da più di 50 anni. Una legge più recente penalizza i rapporti sessuali tra donne. La società è fortemente contraria a questo tipo di relazioni.

Requisiti d'ingresso

Ai cittadini italiani è richiesto il passaporto con almeno tre mesi di validità. Il visto non è necessario per soggiorni fino a 30 giorni ma occorre dimostrare di avere con sé denaro sufficiente e di essere in possesso del biglietto di ritorno o di transito. Per viaggi d'affari è richiesta la lettera d`invito dell’impresa dello Sri Lanka.

Situazione Sanitaria

Nessuna vaccinazione è obbligatoria per i turisti italiani ma nel caso si provenga da zone infette potrebbe essere richiesta l'esibizione del certificato di vaccinazione contro la febbre gialla.

È consigliabile farsi vaccinare contro il tifo e l'epatite A e B. Alta è infatti la presenza di portatori del virus HBV responsabile dell'epatite B.

Il rischio di contrarre malaria esiste soprattutto se si viaggia durante la stagione umida. Tutti i letti, sia negli alberghi che nelle case private, sono muniti di zanzariere. Consigliabile mettere in valigia rimedi adeguati come repellenti e spirali.

Lungo il litorale sud-occidentale sono stati registrati casi di filariasi.

Nella zona orientale dell'isola si sono verificate epidemie di dengue anche in forma emorragica.

L'acqua del rubinetto non è mai potabile nonostante le abbondati dosi di cloro che vi vengono immesse per cui fare attenzione nel caso vengano servite bevande con cubetti di ghiaccio. Evitare di mangiare verdura cruda e sbucciare la frutta per evitare diarree o malattie ben più gravi quali colera, dissenteria, febbre tifoide ed epatite A ed E.

L'assistenza ospedaliera è giudicata discreta. I medici locali sono a un buon livello di preparazione. Una lista di dottori che parlano italiano dovrebbe essere disponibile presso l'ambasciata italiana. Da notare che il servizio di ambulanze è ancora limitato.

È senz'altro consigliabile stipulare, prima della partenza, una polizza assicurativa che garantisca il rimborso di spese sostenute per eventuali cure e degenze in ospedali o cliniche locali. È importante che la polizza contempli l'immediato rientro in patria del viaggiatore che abbia contratto una malattia che necessiti di cure adeguate.